party magazine

OPERA RESTAURANT NAPOLI

CANTINA

CANTINA

La carta dei vini è frutto di un’attenta selezione di circa 60 cantine e 120 vini, tra bollicine, bianchi, rosati, rossi e vini da dessert. Tra le bollicine spiccano, oltre a quelle campane e italiane, anche alcune eccellenze francesi, dagli Champagne ai Crémant.

I bianchi coprono tutto lo stivale, dal Piemonte alla Sicilia, con una particolare attenzione ai bianchi campani, Fiano e Greco in primis, di cui sono state scelte dal sommelier di Opera anche alcune annate più datate particolarmente buone e pregiate, adatte ad accompagnare al meglio i piatti dello Chef. Interessante anche una selezione di vini bianchi internazionali, dalla Francia alla Germania e all’Austria. Le cantine sono spesso piccole chicche ricercate, molte sono biologiche e biodinamiche, e c’è persino un produttore altoatesino, Thomas Niedermayr, che coltiva in regime biodinamico i vitigni PIWI, che sono stati studiati affinché le viti stesse siano in grado di difendersi, senza chimica e trattamenti da parte dell’uomo, dalle malattie che colpiscono le viti. Tutti i giorni ci sarà un’ampia selezione di vini al calice che darà la possibilità di provare più vini e di trovare il giusto abbinamento a ogni piatto.